I migliori hotel della Toscana

I migliori hotel della Toscana

La Toscana è una terra magica, piena di meraviglie da vedere e scoprire. Per vivere al meglio le tue vacanze sarà però essenziale trovare la giusta sistemazione e per aiutarti abbiamo fatto una nostra selezione dei migliori hotel in Toscana.

Tra gli hotel, i residence e gli appartamenti che abbiamo scelto, troverai sicuramente la sistemazione giusta per il tuo viaggio!

 

Contenuti dell’articolo:

  1. Migliori hotel a Firenze
  2. Migliori hotel a Pisa
  3. Migliori hotel a Siena
  4. Migliori hotel a Livorno
  5. Migliori hotel a Grosseto
  6. Migliori hotel ad Arezzo
  7. Migliori hotel a Lucca
  8. Migliori hotel a Massa Carrara
  9. Migliori hotel a Pistoia

 

I Migliori hotel a Firenze (Toscana)

i migliori hotel a Firenze, Toscana

 

1. Castello di Volognano

Più di un semplice hotel, Volognano è un castello immerso nel verde delle terre del Chianti. Vicino a Firenze, a soli 16 km dalla città, Volognano offre tutti i comfort che puoi desiderare nella tua vacanza in Toscana. Una piscina, camere finemente arredate in stile classico e la sua cantina con una selezione dei migliori vini della regione. Volognano è la sistemazione perfetta per godersi la Toscana e Firenze, senza rinunciare al relax nella magica atmosfera della campagna.

via di Volognano, 12, Volognano (FI)

055 8303125

volognano.com

 

2. Potrait Firenze

A pochi passi da Ponte Vecchio si trova l’hotel Portrait Firenze. La posizione centrale e il suo design sofisticato e moderno spiccano in questa struttura di lusso. Se vuoi un hotel dall’atmosfera raffinata e vicino al centro, il Potrait potrebbe fare al caso tuo.

Lungarno Acciaiuoli 4, Firenze (FI)

055 2726 8000

lungarnocollection.com

 

3. St. Regis Florence

Situato sulla riva nord dell’Arno, il St. Regis è un hotel che ricorda lo stile classico fiorentino. All’interno di un palazzo rinascimentale, il St. Regis è decorato e arricchito da affreschi, vetri di Murano e marmo di Carrara che vanno a creare un mix tra epoche e materiali diversi.

Piazza Ognissanti 1, Firenze (FI)

055 27161

stregisflorence.com

 

4. Velona’s Jungle Luxury Suites

Velona’s Jungle è un hotel speciale e particolare, situato in un elegante palazzo della metà del secolo a 10 minuti a piedi dal centro storico. Qui gli interni ricordano l’atmosfera della giungla con i loro motivi e fantasie e l’arredamento fonde con stile pezzi contemporanei e vintage.

Via Montebello, 86, Firenze (FI)

055 274 1536

velonasjungle.com

 

5. Hotel Savoy

Hotel centrale in Piazza della Repubblica, il Savoy prende l’atmosfera soft e jazz e la porta all’interno di una collezione di tessuti classici italiani, colori vivaci e mobili eleganti. Savoy colpisce anche per il suo numero di camere, 80 in totale. 

Piazza Della Repubblica 7, Firenze (FI)

055 27351

roccofortehotels.com

 

 I migliori hotel a Pisa (Toscana)

1. Sentido Toscana Charme Resort

Situato a 18 km dal centro di Pisa, il Sentido Charme Resort si affaccia sulla spiaggia di Tirrenia.Ideale per famiglie o coppie in cerca di relax in una vacanza nel mare delle splendide coste della Toscana, ma con la possibilità di visitare una città d’interesse storico e artistico come Pisa.

Viale del Tirreno 68b, Calambrone, Pisa (PI)

0586 184 5830

toscanacharmeresort.com

 

2. Palazzo Cini

Piccolo ed elegante hotel nel centro di Pisa, Palazzo Cini si trova in una zona non affollata, a 20 minuti a piedi dal centro a piedi. Il design moderno e minimalista dona eleganza e stile alla struttura. Palazzo Cini non è distante dal centro e assicura relax e tranquillità grazie alla sua posizione.

Via Alessandro Manzoni 12, Pisa (PI)

050 501125

palazzocinipisa.com

 

3. Bagni di Pisa Natural Spa Resort

Affreschi e dipinti decorano questa struttura costruita nel XVII secolo, ora trasformata in Spa e Resort. A Bagni di Pisa regna il relax e il benessere, circondati da un’eleganza classica.

Largo Shelley 18, San Giuliano Terme (PI)

050 88501

bagnidipisa.com

 

I migliori hotel a Siena (Toscana)

I migliori hotel a siena, toscana

 

1. Castel Monastero

La struttura di questo hotel è particolare, un monastero dell’XI secolo circondato dalla campagna toscana.La storia antica del suo edificio contrasta con gli interni eleganti e raffinati, dando a questo luogo un’atmosfera magica. Distante 22 km dal centro della città, Castel Monastero è perfetto per una vacanza rilassante immersi nella natura.

Monastero d’Ombrone, Siena (SI)

0577 570 001

castelmonastero.com

 

2. Hotel Palazzo Ravizza

Questo hotel si distingue per la sua posizione, centrale ma tranquilla, a soli cinque minuti a piedi dal Duomo. L’Hotel Palazzo Riva si trova all’interno di un edificio del XVII secolo e la sua storia è rappresentata da tutti gli arredi e gli affreschi che arricchiscono le stanze e le sale. Questo hotel è perfetto per vivere nel cuore della città in una sistemazione elegante e sofisticata.

Pian di Mantellini 34, Siena (SI)

0577 280462

palazzoravizza.it

 

3. Relais degli Angeli

Il Relais degli Angeli è un affascinante hotel situato in uno storico palazzo nel centro di Siena. Decorazioni e arredi sono in uno stile che rimanda all’antiquariato e danno all’ambiente un’eleganza d’altri tempi.Ci sono sette camere in questo hotel e ognuna è dedicata a un angelo diverso con affreschi sul soffitto e decorazioni che danno unicità a ogni stanza. Questo posto è la sistemazione perfetta per gli amanti dell’arte e dell’antiquariato.

Via Montanini 83, Siena (SI)

0577 222909

relaisdegliangeli.com

 

4. Palazzo Borghesi

A pochi passi da Piazza del Campo, Palazzo Borghesi è la suite perfetta per fare shopping ed esplorare il centro della città. Non un hotel ma una casa storica in cui regna l’attenzione per i dettagli. La collezione di oggetti d’antiquariato e le opere d’arte esposte nelle camere e nella hall creano un’atmosfera romantica in un luogo dove sentirsi come a casa.

Via S. Pietro, 3, Siena (SI)

339 666 2939

palazzoborghesesiena.it

 

5. Frances’ Lodge

Lontano dalla città, il France’s Lodge si trova in una fattoria a 3 km da Siena. L’hotel offre viste panoramiche sulla città e sulle colline circostanti. I legni e il cotto utilizzati per gli interni conferiscono un’atmosfera calda e unica a tutte le stanze. Il France’s Lodge è perfetto per rilassarsi e passeggiare nella campagna toscana e in pochi minuti raggiungere la città e le sue bellezze d’arte.

Strada di Valdipugna 2, Siena (SI)

0577 42379

franceslodge.eu

 

I migliori hotel di Livorno (Toscana)

1. Grand Hotel Palazzo

Una grande e sontuosa struttura che si affaccia sul lungomare di Livorno, il Grand Hotel Palazzo è unico nel suo genere. Un edificio del XIX secolo con interni lussuosi, camere eleganti, piscine e centri benessere realizzato per essere il luogo perfetto per una vacanza all’insegna del comfort e del relax.

Viale Italia, 195, Livorno (LI)

0586 260836

ghpalazzo.it

 

2. Hotel Villa Ottone

Situato nella splendida Isola d’Elba, in provincia di Livorno, l’Hotel Villa Ottone è il resort perfetto per una vacanza nelle coste della Toscana. Posto di fronte al mare, l’hotel è un luogo elegante e lussuoso dove rilassarsi con tutti i comfort. Palestra, piscine e spa sono solo alcuni dei servizi di questa struttura.

Località Ottone, Portoferraio (LI)

0565 933042

villaottone.com

 

3. Relais Poggio ai Santi

Immerso nella natura e affacciato sul mare, Poggio ai Santi è un’oasi per una vacanza nella campagna toscana. Ettari di parchi e uliveti, suite spaziose e un’atmosfera accogliente con un interessante mix di arredi classici e moderni rendono questo hotel una scelta eccellente se siete alla ricerca di calma e tranquillità fuori dai grandi luoghi turistici.

via San Bartolo, 100, San Vincenzo (LI)

0565 798032

poggioaisanti.com

 

i migliori hotel a livorno e isola d'elba

 

I migliori hotel di Grosseto (Toscana)

1. Fattoria San Lorenzo

Fattoria San Lorenzo è un resort che si trova nella campagna poco fuori da Grosseto. Gli appartamenti, indipendenti tra loro, sono arredati in uno stile caldo e rustico. All’interno si possono trovare una grande piscina e due ristoranti, uno dei quali con piatti tipici e tradizionali toscani. Fattoria San Lorenzo è l’ideale per rilassarsi in un resort tranquillo immerso nella natura.

Via della Trappola, Grosseto (GR)

0564 24116

fattoriasanlorenzo.it

 

2. Villa Talamo

Situata tra la campagna toscana e il Mar Tirreno, Villa Talamo è un piccolo angolo di pace nella costa toscana. Camere eleganti e ben arredate compongono questa struttura, ideale per una fuga dal caos della città per trovare pace e relax ammirando splendidi panorami.

Via Gaetano Carotti, 8, Fonteblanda, (GR)

342 955 3141

villatalamo.com

 

I migliori hotel di Arezzo (Toscana)

1. Graziella Patio Hotel

Un hotel nel centro di Arezzo, il Grazia Patio è a soli quattro minuti a piedi dalla Cattedrale. Grazie alla sua posizione, questo hotel è ideale per un fine settimana da trascorrere visitando le opere d’arte e i monumenti della città.

Via Cavour, 23, Arezzo, (AR)

0575 401962

Hotelpatio.it

 

2. Residenza Ca de Frati

La Residenza Ca de Frati si trova in un edificio del XIX secolo nella campagna di Arezzo, a soli 4 km dal centro storico della città. L’edificio è diviso in otto appartamenti e un ampio giardino con piscina ci si estende attorno. Ideale per una visita ad Arezzo con la possibilità di rilassarsi nella calma della campagna.

Via Arturo Chiari, 75, Arezzo, (AR)

0575 909137

cadefrati.com

 

3. Agriturismo il Caggio

L’Agriturismo il Caggio si caratterizza per la sua struttura antica e unica nel suo genere. Quella che un tempo era una fattoria è stata oggi trasformata in sei appartamenti e un giardino con una grande piscina. Questa struttura è l’ideale per gli amanti della natura.

Via Del Caggio, 15, Civitella in Val di Chiana, (AR)

0575 440022

ilcaggio.it

 

I migliori hotel a Lucca (Toscana)

1. N.15 Santori Luxury Home

In una tranquilla strada del centro storico di Lucca, la Santori Luxury Home evoca l’atmosfera di una casa elegante e aristocratica. Nelle sue stanze opere d’arte contemporanea e pezzi d’antiquariato si mescolano creando uno stile unico.

Via del Gallo 15, Lucca, (LU)

0583 1523371

santoriluxuryhome.com

 

2. Locanda al ColleSulle colline di Camiore, la Locanda del Colle è in una posizione molto strategica. Vicina all’aeroporto di Pisa e alla città di Lucca, la Locanda è perfetta come punto di partenza per le vostre esplorazioni nelle città e nelle campagne della Toscana. Lo stile contemporaneo all’interno crea un piacevole contrasto con la natura selvaggia che si può ammirare dall’esterno, magari rilassandosi nella piscina della struttura.

Via la Stretta, 231 loc. Capezzano Pianore, Camaiore (LU)

0584 915195

locandaalcolle.com

 

3. Palazzo Dipinto

Stile contemporaneo in questo hotel situato nel centro di Lucca. All’interno la cura per il design e l’arredamento emergono dai dettagli moderni ed eleganti di ogni stanza. L’edificio si trova in una strada tranquilla del centro storico, ideale per visitare la città e la sua arte senza rinunciare a una sistemazione moderna e sofisticata.

Piazza del Palazzo Dipinto, Lucca, (LU)

055 244509

palazzodipinto.com

 

I migliori hotel di Massa Carrara (Toscana)

i migliori hotel a carrara

 

1. Villa Gilda Relax & Living

Situata tra le colline toscane, Villa Gilda è una residenza elegante e raffinata immersa nel verde. Da qui si possono ammirare splendide viste dalla sua terrazza, con vista sulla natura circostante e sul mare. E se si ha voglia di più movimento, Villa Gilda è vicina a Forte dei Marmi, famosa per il suo mare, i ristoranti e le discoteche che la animano.

Via Balone, 2, Montignoso (MS)

0585 349481

Gildafortedeimarmi.com

 

2. Il Bottaccio

Questo hotel è caratterizzato dal suo stile country che viene però declinato in una maniera elegante e raffinata. Con le sue otto suite, il centro benessere e un ristorante di alta cucina, Il Bottaccio è l’ideale per rilassarsi in una sistemazione dallo stile ricercato vicina alla costa toscana.

Via Bottaccio, 1, Montignoso (MS)

0585 340031

Bottaccio.com

 

3. Villa Belverde Boutique Hotel

Villa Belverde si trova vicino a Carrara in un antico palazzo che ora accoglie i suoi ospiti in un affascinante hotel con sei suite. Qui opere d’ arte contemporanea si mescolano con la classica atmosfera vecchio stile di questa villa creando uno ambiente memorabile.

viale xx settembre 73, Carrara (MS)

0585845304

villabelverde.it

 

I migliori hotel di Pistoia (Toscana)

1. Grotta Giusti

In un’elegante villa del XIX secolo, il Villa Giusti Resort è il luogo ideale per rigenerarsi. Il centro benessere e la piscina termale sono le caratteristiche più interessanti di questo resort che punta tutto sul relax e sul comfort dei suoi servizi. La struttura si completa con un tipico ristorante italiano e un grande parco con alberi e fiori.

Via della Grotta Giusti, 1411, Monsummano Terme (PT)

0572 90771

Grottagiustispa.com

 

2. Residenza il Battistero

Nel cuore di Pistoia, la Residenza il Battistero si affaccia sul centro storico della città con i suoi edifici medievali e le sue antiche strade. Ideale per esplorare Pistoia e i suoi monumenti senza rinunciare al comfort di un elegante alloggio nel centro della città.

Vicolo dei Fuggiti 4, Pistoia (PT)

0573 079220

residenzabattistero.it

 

3. Villa Giorgia

Villa Giorgia è immersa nella tranquilla campagna vicino a Pistoia, con ampi prati e una piscina all’aperto. A 5 miglia dalla città, la proprietà è servita ogni giorno da autobus che la collegano al centro di Pistoia. Perfetto per una vacanza che unisce turismo e relax.

Via Bolognese, 164, Pistoia (PT)

0573 480042

villagiorgia.it

 

mappa Toscana

La mappa della Toscana (Principali città)

È impossibile visitare la Toscana senza perdersi tra città d’arte, numerosi borghi storici, colline e paesaggi dal fascino unico caratterizzati da campi e vigneti che danno origine ad alcuni dei più famosi vini e prodotti gastronomici di tutta Italia.

La Toscana è forse la regione più bella della penisola e i turisti vengono da tutto il mondo per visitarla.

Migliori città della Toscana

Le migliori città della Toscana

Ogni piccolo villaggio nasconde panorami unici e indimenticabili .

Ecco alcuni suggerimenti con le migliori città della Toscana da non perdere:

Firenze

Neanche a dirlo, Firenze ha la priorità assoluta tra i posti da visitare in Toscana. La città simbolo della cultura e della lingua italiana, patria di poeti e artisti, la culla del Rinascimento, contiene alcuni dei musei e monumenti più famosi in tutta Italia: puoi perderti tra antichi palazzi e chiese passeggiando per le vie del centro storico, un’esperienza indimenticabile!

Greve e Montefioralle: un viaggio tra le colline del Chianti

Non appena si esce da Firenze ci si troverà tra le famose colline che, con le loro uve danno origine ad uno dei più rinomati vini toscani: il Chianti. se vuoi apprezzare il sapore unico di questo prodotto, la città di Greve, grazie alle sue numerose cantine, rappresenta un posto assolutamente da vedere.

Non va dimenticata Montefioralle, un pittoresco, piccolo e autentico borgo medievale, con un fascino unico.

Il Chianti è un tesoro inestimabile per tutti i viaggiatori interessati a scoprire la cultura eno-gastronomica della Toscana.

Un’altra perla del Chianti è il castello di Volognano, sperimenta l’esclusività di un soggiorno in un castello circondato dalle bellezze del territorio e dal buon vino e cibo!

Fiesole

Gli appassionati di storia e archeologia che visitano Firenze non dovrebbero perdere la vicina Fiesole, che dista solo 10 chilometri dal capoluogo toscano. Fiesole offre l’opportunità di ammirare i resti etruschi e romani di quello che un tempo era un centro fiorente, con i suoi bagni termali, il suo anfiteatro e le sue possenti mura.

Empoli

Non lontano da Firenze, Empoli è stato per secoli un centro molto importante per la lavorazione del vetro.

Siena:

Il centro storico di Siena è stato dichiarato patrimonio mondiale dell’UNESCO. Qui puoi respirare tutto il fascino di questo borgo medievale.

Da non perdere gli splendidi edifici gotici e le numerose chiese della città. Siena è anche circondata da paesaggi lussureggianti, castelli medievali, fortezze e incantevoli case coloniche.

San Gimignano

San Gimignano, con il suo centro storico, patrimonio dell’UNESCO, è una delle città più belle della Toscana. Le cose da vedere, in questo paese dal fascino unico, non mancano, a cominciare dalle innumerevoli torri e dalle suggestive strade e piazze, che immergono il visitatore in uno degli esempi più famosi di città trecentesche in Europa.

Montalcino

Le colline senesi e la città di Montalcino danno origine al Brunello, uno dei più famosi (e rinomati) vini della Toscana. Accanto a cantine e enogastronomia, Montalcino è anche un affascinante borgo medievale, protetto da antiche mura e dominato dal suo castello, il luogo perfetto per apprezzare non solo un vino unico, ma paesaggi mozzafiato.

Volterra

Non lontano da Siena, sulla strada che porta a Pisa, Volterra è un’antica città fondata dagli Etruschi, famosa fin dall’antichità per la lavorazione dell’alabastro. Numerose botteghe artigiane si trovano tra le caratteristiche stradine del suo centro storico, mentre i resti di epoca romana e medievale conferiscono al paese un fascino molto particolare.

Pisa

La foto con la più famosa tra le torri sospese è un must, ma Pisa è molto più di questo. Ad esempio, troviamo Campo dei Miracoli con il Battistero e la Cattedrale e, ovviamente, il centro storico medievale. Il centro è animato da numerosi bar e ristoranti incastonati in una cornice di edifici romanici, chiese gotiche e piazze rinascimentali. Pisa è anche una “città fluviale”, vanta numerose sorgenti termali naturali e un’importante tradizione termale, quindi offre la possibilità di trascorrere una vacanza culturale o godersi una pausa benessere.

Lucca

Lucca può essere definita l’unica città in Italia dove è possibile passeggiare lungo una serie completa di antiche mura cittadine del 1500 con torri in ottime condizioni, da cui godere di una vista mozzafiato e scattare le migliori fotografie della città.

Pistoia

Esattamente a metà strada tra Lucca e Firenze, Pistoia non dovrebbe essere dimenticata se vuoi davvero conoscere ogni angolo della Toscana. I luoghi da visitare sono molti: la splendida Piazza del Duomo, la Cattedrale di San Zeno, il campanile, il battistero, le opere d’arte del Museo Marino Marini e le caratteristiche botteghe di Piazza della Sala.

Arezzo

Tra i luoghi da visitare in Toscana non dovrebbe mancare Arezzo, città ricca di storia e arte. Lo scorcio più famoso di questo affascinante centro medievale è sicuramente la Piazza Grande, che ogni anno ospita un evento eccezionale: la Giostra del Saracino.

Sansepolcro

Al confine con l’Umbria, Sansepolcro è una delle città più belle dell’area dell’Aretino. Qui nacque Piero della Francesca, uno dei più grandi maestri del Rinascimento, e le sue opere, oltre a quelle più contemporanee, possono essere ammirate nel Museo Civico e nelle splendide chiese della zona.

Livorno

Cosa vedere in Toscana se ami il mare? Livorno e dintorni sono una destinazione perfetta. La città non solo ti consente di raggiungere facilmente le spiagge della costa toscana, ma è anche un bel posto da visitare. Da non perdere l’acquario, la bellissima Piazza della Repubblica e la Terrazza Mascagni, un balcone molto elegante che si affaccia sul Mar Tirreno.

Isola d’Elba

La terza isola italiana per grandezza dopo Sicilia e Sardegna è una destinazione turistica di grande successo: ne fanno un paradiso dei viaggiatori la sabbia fine delle sue spiagge,  un mare limpidissimo, nonché le affascinanti testimonianze del suo passato che è possibile scoprire visitando le torri pisane e le fortezze etrusche.

Piombino

Per raggiungere l’Isola d’Elba il porto più adatto è quello di Piombino, che con il suo caratteristico centro storico può diventare l’occasione per una piacevole passeggiata. Tra le antiche fortificazioni che proteggevano la città raggiungiamo Piazza Bovio, un belvedere con un’incredibile vista sul mare e sulla vicina Isola d’Elba.

Cecina

Lungo il mare di Livorno, Cecina è una delle località balneari più famose della Toscana, una delle destinazioni preferite per le famiglie che possono trovare stabilimenti tranquilli e ben attrezzati e tanto divertimento, ad esempio visitando il grande parco a tema “Acqua Village”.

Viareggio

Non lontano da Lucca, Viareggio è famosa per il suo splendido mare e per il suo famoso carnevale. In realtà Viareggio, una delle città più importanti della Versilia, è anche una destinazione sorprendente, con le sue affascinanti ville in stile Liberty e gli eleganti palazzi.

Forte dei Marmi

Forte dei Marmi , in Versilia, è una delle più note e apprezzate località balneari Italiane ed europee . Gli stabilimenti offrono un servizio perfetto per chi ama le spiagge e lo sfondo delle Alpi Apuane è davvero unico. Una passeggiata sul lungomare la sera offre panorami davvero indimenticabili.

Grosseto

Visitare la Toscana significa anche apprezzare il paesaggio della Maremma, più selvaggia della campagna fiorentina e senese ordinata, ma ugualmente affascinante. Il centro più importante della Maremma è Grosseto, antica città fortificata da possenti mura del XVI secolo. Da non perdere Piazza Dante Alighieri, con i suoi edifici storici e la vicina cattedrale in stile gotico.

Monte Argentario

Il Monte Argentario è un’isola collegata alla terraferma dove puoi trovare incantevoli spiagge e calette tra paesaggi mozzafiato. È il luogo perfetto per chi ama il mare ma non sopporta il trambusto degli stabilimenti balneari. Da non perdere le città di Porto Ercole e Porto Santo Stefano e le numerose fortezze spagnole che un tempo difendevano l’isola.

Isola del Giglio

Di fronte al Monte Argentario, l’Isola del Giglio è una delle più belle dell’arcipelago toscano. Il villaggio più vivace è quello di Giglio Porto, proprio sul mare, mentre coloro che desiderano avventurarsi nell’entroterra scopriranno il meraviglioso Giglio Castello, un centro affascinante e molto affascinante arroccato sulle alture dell’isola.

Regione Toscana: mappa delle principali attrazioni

Mappa Regione Toscana

Considerando l’infinita varietà di luoghi di interesse che caratterizzano la Toscana, le principali attrazioni saranno divise per tipologia:

Mare della Toscana

  • Costa degli Etruschi: spiagge di sabbia bianca caratterizzano quasi l’intera area e sono interrotte solo in alcuni luoghi, come Baratti e Castiglioncello dove predominano le scogliere di granito, con un tipico colore rosso. La caratteristica della costa etrusca è la forte presenza, vicino al mare, di pinete e aree protette. Il nome che prende questo tratto di costa non è casuale. Nella zona, un tempo abitata dagli Etruschi, sono stati portati alla luce numerosi siti archeologici. Visita la necropoli di Baratti, vicino al villaggio di Populonia o ai musei di Piombino, Rosignano e Cecina.
  • Riviera Apuana: la zona è dominata dall’architettura in stile liberty e deco, testimonianza di una tradizione del turismo balneare che risale a più di un secolo fa. La costa offre una ricca scelta di hotel, campeggi e strutture attrezzate.
  • Arcipelago Toscano: L’arcipelago toscano, a pochi chilometri dalle coste tirreniche, non è solo un gruppo di isole ideali per rilassanti vacanze in famiglia o a contatto con la natura (l’Elba, la più grande, è anche la più conosciuta, ma le altre sono ugualmente bellissimo, dall’isola del Giglio a Capraia), ma è anche il più grande parco marino protetto d’Europa, incluso anche tra i santuari internazionali dei mammiferi marini.

Paesaggi della Toscana:

  • Chianti: l’incantevole e solitaria bellezza del Chianti deriva da una lunga storia di lavoro umano, che nel corso dei secoli ha plasmato questa terra rendendola quella che è oggi. Famosa soprattutto per il vino che viene prodotto qui, questa zona della Toscana offre paesaggi unici. Se vieni in Chianti, devi soggiornare in una delle tante case coloniche sparse in campagna. Sarai in grado di respirare profondamente l’aria di questi luoghi e di assaporare i sapori genuini.
  • Parco nazionale delle foreste casentinesi: dal Valdarno, proseguendo lungo il percorso verso le sorgenti del fiume, un’immensa area protetta, che la Toscana divide con l’Emilia Romagna, conserva la natura dei paesaggi dominati dal fresco profumo dei boschi. Questo è il Parco Nazionale delle Foreste Casentinesi, Monte Falterona e Campigna. Venire qui significa entrare in contatto con una delle foreste più antiche d’Europa. In questi luoghi magici, dove le diverse tonalità del verde sono colorate in autunno con mille colori, ispirano la spiritualità e sono state scelte da asceti e personaggi di fede per fondare eremi e conventi.
  • La Lunigiana: regione storica che, durante la dominazione romana, aveva come centro Luni, la Lunigiana si estende lungo il corso del fiume Magra e dei suoi affluenti. Qui sono conservati antichi idoli di pietra raffiguranti guerrieri e donne prosperose. Terra di storia antica, la Lunigiana è apprezzata anche per i suoi prodotti di qualità, tra cui numerosi vini DOC e farina di castagne Lunigiana DOP.
  • Le Alpi Apuane: sorgono le montagne delle Alpi Apuane, protette dalla creazione di un parco regionale. È proprio qui che appare il suggestivo paesaggio dei dolci pendii montani, da cui il marmo emerge molto bianco. Utilizzato oggi principalmente nel settore industriale, ricorda la sinuosità delle statue antiche e lo splendore degli edifici storici.
Chianti

Toscana: cibo e vino

L’Italia è la patria del buon cibo, non c’è dubbio, e la Toscana sicuramente all’altezza della sua reputazione anche per quanto riguarda il cibo e il vino. Ma anche se il piatto è universalmente noto, la bistecca alla fiorentina è un piacere da non perdere, la vera cucina toscana si trova lontano dagli eleganti ristoranti del centro, nelle trattorie, nelle taverne e in campagna, dove viene scoperta un’incredibile varietà.

Ogni città ha i suoi piatti tipici, ogni paese la sua specialità; tra i piatti più famosi possiamo elencare il cacciucco alla livornese (zuppa di pesce servita con pane croccante), i cantucci (biscotti alle mandorle), il lampredotto (frattaglie del sistema digestivo bovino).

Tra i vini più famosi ci sono il Brunello di Montalcino, il Nobile di Montepulciano, la Vernaccia di San Gimignano e ovviamente il Chianti.

Un viaggio in Toscana dovrebbe essere fatto con curiosità … e appetito!

Monumenti toscani

I monumenti toscani sono tra i più famosi in Italia, abbiamo parlato della maggior parte dei punti di interesse nel descrivere le città più importanti della Toscana, quindi ci limiteremo a menzionare solo le attrazioni più iconiche.

Per quanto riguarda Firenze segnaliamo Ponte Vecchio, Palazzo Vecchio e Piazza della Signoria, nonché il Duomo (Santa Maria del Fiore), Santa Maria Novella, Santa Croce, San Miniato, Cupola del Brunelleschi e Campanile di Giotto (per monumenti religiosi ).

A Pisa è impossibile non visitare la famosa Torre pendente e a Siena la piazza del Palazzo Pubblico, il municipio della città.

Musei

La Toscana è ricca di musei. A Firenze la Galleria degli Uffizi è famosa per essere una delle più belle al mondo. Le collezioni che ospita non hanno prezzo! A Siena, il Museo Civico ospita i più grandi capolavori dell’arte senese e il Museo dell’Opera Metropolitana contiene gli elementi gotici che adornavano la cattedrale. A Pisa, infine, il Museo Nazionale di San Matteo presenta opere di grandi maestri italiani come Fra Angelico, Donatello o Masaccio.

Regione Toscana: il clima

Il clima della Toscana varia a seconda della zona che decidi di visitare, quindi un diverso tipo di vacanza è raccomandato per ogni stagione.

Toscana d’estate

Durante la stagione estiva, le temperature in Toscana superano i trenta gradi. In Toscana questa è la stagione con il maggior numero di visitatori. Se pensi di visitare questa regione durante i mesi di luglio e agosto, preparati a temperature molto elevate.

Se, d’altra parte, scegli le località balneari, tutto ciò che devi fare è immergerti nelle acque blu per trovare un ristoro immediato.

Estate significa anche concerti e grandi eventi da non perdere: il Palio di Siena, la Giostra del Saracino, Lucca Summer Festival, Pistoia Blues, la Luminara a Pisa, Effetto Venezia a Livorno e molto altro!

Toscana in autunno

La Toscana e i colori autunnali sono una combinazione perfetta per chi vuole visitare le zone collinari e le strade del vino godendo di un clima mite. Ad ottobre le giornate sono ancora lunghe e ti permettono di goderti la città in brevi momenti di pace turistica.

Ottobre è anche un mese interessante per visitare Lucca Comics: uno degli eventi più importanti e divertenti in tutta la Toscana o per soggiorni rilassanti alle terme toscane.

Toscana in inverno

L’inverno in Toscana è freddo e talvolta nevoso. In generale, i mesi più freddi con possibilità di nevicate (eventi rari in pianura e sulla costa) sono gennaio e febbraio. Visitare questa regione nel periodo vicino a Natale, ad esempio, ti consente di entrare in contatto con la tradizione di ogni singolo villaggio. I borghi medievali assumono un’aria più severa e allo stesso tempo più affascinante e misteriosa.

In questo periodo si svolge il famoso Carnevale di Viareggio.

Toscana in primavera

La primavera in Toscana è un momento di rinascita assoluta durante la quale le temperature e il sole ti riscaldano dolcemente, lasciandoti godere i primi raggi e l’inizio di una nuova fase.

Aprile e Maggio sono i momenti di maggior splendore per le città e le aree naturali sparse su tutto il territorio. Non sottovalutare le escursioni nei Parchi Naturali e nei percorsi di trekking per l’Isola d’Elba, dove troverai una flora sorprendente.

Come arrivare da Roma

Ci sono 8 modi per andare da Roma a Firenze in treno, bus, treno notturno, corsa condivisa, auto o aereo:

Treno:

Il treno (da Roma Termini a Firenze Santa Maria Novella) è l’opzione più consigliata, i tempi di percorrenza sono di circa un’ora e mezza e i prezzi sono convenienti,

Autobus:

Gli autobus impiegano più di 3 ore per arrivare a Firenze, i prezzi bassi sono l’unico fattore che giustifica questa scelta.

Treno notturno:

Il treno notturno ha gli stessi punti di partenza e di arrivo del treno diurno, nonché gli stessi tempi e prezzi di viaggio.

Ride sharing:

La corsa condivisa è l’opzione più economica (prezzo stimato tra 10 € -24 €) ma è anche l’opzione più lenta (più di 3 ore) di viaggio con quella dell’autobus.

Auto:

Andare in autonomia con la propria auto impiega circa 2 ore e mezza del vostro tempo, il prezzo del viaggio dipende ovviamente dal tipo di auto.

Aereo:

il viaggio aereo è l’opzione più costosa e meno consigliata, il costo è molto elevato sia in termini di tempo e soldi.

Distanza da Venezia

Firenze dista circa 271 km da Venezia.

Auto

Il viaggio in auto dura circa 3 ore.

Treno

Il viaggio in treno da Venezia a Firenze dura circa 2 ore e il prezzo medio del biglietto del treno è di € 23. Tuttavia, prenotando in anticipo, troverai tariffe vantaggiose e risparmia in media il 42% sul prezzo del biglietto, con prezzi a partire da € 18.

Autobus

Il prezzo medio di un biglietto per Venezia Firenze in autobus è di 21 €. Grazie alla presenza di tariffe economiche, esistono anche autobus economici a partire da 17 €. Un viaggio in autobus in Italia può essere la soluzione ideale se desideri optare per un viaggio conveniente.

Aereo

Il prezzo medio di un biglietto del volo da Venezia a Firenze è di 286 €, ma puoi trovare anche voli low cost a partire da 286 €. Per andare da Venezia a Firenze in aereo ci vogliono circa 3 ore in media; tuttavia è anche necessario calcolare i tempi per arrivare in aeroporto ed eseguire tutti i controlli di sicurezza.

Distanza da Milano

Firenze dista circa 305 km da Milano:

Auto

il viaggio da Milano a Firenze in auto dura circa 3 ore e 50 minuti.

Treno

Il viaggio in treno da Milano a Firenze dura circa 2 ore in media e il prezzo medio del biglietto ferroviario è 26 €.

Autobus

17 autobus che collegano Milano a Firenze ogni giorno e arrivano in città con un viaggio della durata media di circa 4 ore. Il prezzo medio di un biglietto del treno per Milano Firenze in autobus è di 19 €.

Aereo

Il prezzo medio di un volo Milano Firenze è di 724 €, ma puoi trovare anche voli low cost a partire da 270 €. Per andare da Milano a Firenze in aereo ci vogliono circa 3 ore in media; tuttavia è anche necessario calcolare i tempi per arrivare in aeroporto ed eseguire tutti i controlli di sicurezza.

Alloggio per un’esperienza incredibile: Volognano

Cosa differenzia Volognano dalla normale sistemazione? Volognano è un borgo medievale circondato dalle verdi colline del Chianti, da vigneti, uliveti e panorami mozzafiato.

Volognano ti offre la possibilità di respirare questa atmosfera soggiornando in un esclusivo e lussuoso castello medievale dotato di tutti i comfort.

Che cosa state aspettando? Contattaci ora per maggiori informazioni!

Migliori monumneti in toscani

I 15 migliori posti in cui andare in toscana

La Toscana è la destinazione perfetta per una meravigliosa vacanza all’insegna dell’arte, del buon vino, e del cibo. Per godersi al meglio questa esperienza però è essenziale organizzare il proprio viaggio e scoprire quali sono i posti migliori da vedere in Toscana.

 

I 10 migliori monumenti da visitare

La Toscana è famosa in tutto il mondo per i suoi splendidi monumenti, massima espressione dell’arte italiana. Seguici in questo viaggio tra quelli che secondo noi sono i 10 migliori monumenti della Toscana.

1. Duomo di Firenze

Cominciamo da Firenze con la sua meravigliosa Cattedrale di Santa Maria del Fiore, conosciuta anche come Duomo di Firenze. I lavori per la sua costruzione iniziarono nel 1296 e videro la loro conclusione solo nel 1436 con la realizzazione della famosa cupola del Brunelleschi. Dall’esterno la Cattedrale colpisce per la sua notevole dimensione, con il suo marmo di Carrara che la ricopre e la fa scintillare sotto il sole. Entrando si notano immediatamente le due navate laterali, lungo le quali sono presenti dipinti di celebri personalità dell’epoca, come Dante, Giotto e Brunelleschi. Grandi pilastri e volte sostengono la Cattedrale e la sollevano verso l’alto, facendo del Duomo di Firenze la quarta Cattedrale più grande d’Europa. Dalle scale laterali è poi possibile accedere alla cupola e da qui godere di una vista mozzafiato sulla città, imperdibile. Santa Maria del Fiore non è una semplice chiesa, l’arte e le opere dei più importanti artisti del Rinascimento italiano ne fanno un luogo di inestimabile bellezza.

 

2. Palazzo della Signoria, Firenze

Restando a Firenze, troviamo Palazzo della Signoria, noto anche come Palazzo Vecchio. Dall’esterno può sembrare una fortezza medievale, mentre i suoi interni ci riportano al Rinascimento. A Palazzo Vecchio le sale e quelli che una volta erano gli appartamenti privati dei Medici si trasformano in un museo mostrandoci l’arte dell’epoca. La sala che più colpisce per dimensioni e bellezza è sicuramente la Sala dei Cinquecento, dove il governo riceveva gli ospiti più illustri nel XV secolo. Decorata da enormi dipinti e grandi statue, la Sala ospita le opere dei più grandi artisti di Firenze come Michelangelo, Leonardo e Brunelleschi. Qui le stanze e gli appartamenti, le biblioteche e le camere da letto nascondono veri e propri tesori d’arte.

Bonus: all’interno di Palazzo Vecchio si può camminare tra i passaggi segreti costruiti dai Medici come scorciatoie per accedere alle stanze private della famiglia.

 

3. Galleria degli Uffizi, FirenzeMigliori monumenti a Firenze

Nel centro storico di Firenze c’è uno dei musei più importanti d’Italia, la Galleria degli Uffizi, dove si trovano le opere più iconiche e famose del Rinascimento italiano. Costruito dalla Casa dei Medici come edificio che ospitava gli uffici dei magistrati, gli Uffizi ora custodiscono al loro interno capolavori come la Nascita di Venere e la Primavera di Sandro Botticelli, l’Annunciazione di Leonardo, la Medusa di Caravaggio e molte altre opere di artisti come Michelangelo e Giotto. Gli Uffizi sono l’emblema dello spirito del Rinascimento e ne racchiudono la sua massima espressione nelle opere e nelle architetture dei numerosi edifici che formano la Galleria; visitare un luogo d’arte così importante è un’esperienza unica.

 

4. Giardino di Boboli, Firenze

Firenze non è solo enormi cattedrali e musei di rara bellezza, qui possiamo anche trovare un giardino con sculture e edifici storici circondati da fiori e alberi, siamo nel Giardino di Boboli. Costruito dalla Casa dei Medici, il giardino di Boboli è un viaggio nel tempo e nell’arte, con sculture del XVIII e XVI secolo che si uniscono a opere di epoca romana facendone un luogo dalla bellezza unica. Ora possiamo camminare liberamente per il giardino godendoci appieno i suoi spazi, durante il Rinascimento l’accesso era esclusivo per la famiglia dei Medici. Un gran numero di fontane con statue dal gusto classico e l’anfiteatro di Boboli rendono questo giardino il luogo perfetto per fare una passeggiata tra quella che un tempo era la bellezza segreta ed esclusiva di Firenze.

 

5. Duomo di Siena, Siena

La Toscana non è solo Firenze e si possono visitare molte altre meravigliose città d’arte, una di queste è sicuramente Siena con il suo Duomo, situato nella splendida Piazza del Campo. La Cattedrale di Santa Maria Assunta è la chiesa principale di Siena, una delle più importanti in Italia costruita in stile gotico-romano. La sua imponente architettura, la torre da cui ammirare la città e le numerose statue e dipinti al suo interno rendono questa Cattedrale e Siena uno dei luoghi d’arte più belli della Toscana. L’opera che più colpisce al suo interno è il pavimento stesso, dove i pregiati marmi di varie tonalità creano rappresentazioni di temi civili, come gli emblemi delle città Toscane, e storie religiose. Il pavimento della Cattedrale l’ha resa famosa per bellezza e ricchezza di elementi già dalla sua costruzione. Inoltre le statue in marmo realizzate da Michelangelo, Donatello e Bernini rendono questo posto unico. Visitare un luogo così ricco d’arte è un’esperienza da non perdere nel tuo viaggio in Toscana.

 

6. Palazzo Pubblico, Siena

Restiamo a Siena dopo aver visitato la sua splendida Cattedrale e dirigiamoci verso Palazzo Pubblico, sede del governo della Repubblica di Siena nel XIII secolo. La struttura esterna dell’edificio è in stile medievale con influenze gotiche, visibili ad esempio dalla caratteristica forma delle finestre. Il suo campanile, la Torre del Mangia, offre una vista meravigliosa sulla città e rappresenta un segno di quella che un tempo era la rivalità tra Siena e Firenze, infatti la torre fu progettata per battere in altezza le torri della città rivale. All’interno di Palazzo Pubblico troviamo sale e stanze decorate da grandi affreschi che arricchiscono l’ambiente. Palazzo Pubblico è il luogo perfetto per terminare la tua visita a Siena o, se vuoi, puoi rimanere più a lungo visitando altri monumenti interessanti come Fonte Gaia e la Libreria Piccolomini.

 

7. Torre di PisaTorre di Pisa - Monumenti in toscana

Forse uno dei monumenti più iconici e conosciuti all’estero, la Torre di Pisa è famosa per la sua caratteristica inclinazione sviluppata a causa dell’instabilità delle fondamenta su cui è stata costruita. Ora la torre è stabile e sicura, nonostante mantenga sempre la sua pendenza, con un’altezza di 55.86 metri nella parte bassa e 56.67 metri nella parte alta. Ogni giorno migliaia di turisti vengono a Pisa per visitare questa magnifica torre e la sua curiosa angolazione. La Torre è stata progettata come campanile del vicino Duomo di Pisa e i lavori hanno avuto inizio nel 1173. Già dal 1178 il suolo inizia a cedere facendola affondare da un lato. La fama di questa torre è quindi antica nel tempo e dura nei secoli affascinando fino ai giorni nostri.

 

8. Cattedrale e Battistero di Pisa, Pisa

Piazza dei Miracoli a Pisa è un fenomenale concentrato di luoghi di interesse storico e artistico, qui infatti si trovano la Cattedrale, il Battistero e la Torre di Pisa. La Cattedrale, costruita nel 1097, è un notevole esempio di architettura romanica con la sua facciata esterna in marmo di tonalità bianche, nere e grigie. All’interno grandi colonne sostengono la chiesa, che ospita opere d’arte e statue di grande importanza. Uno dei pezzi più famosi al suo interno è sicuramente il pulpito in marmo scolpito da Giovanni Pisano. Vicino alla Cattedrale si trova un altro edificio, il Battistero di San Giovanni. Costruito in stile romano con evidenti influenze gotiche, il battistero al suo esterno è ricoperto dal riconoscibile e classico marmo di Carrara utilizzato per molti altri edifici religiosi in Toscana. Al suo interno solide colonne si dispongono in cerchio e possiamo trovare un pulpito simile a quello della Cattedrale, ma questa volta scolpito da Nicola Pisano, padre di Giovanni. Piazza dei Miracoli è un luogo di monumenti storici e opere d’arte da non perdere.

 

9. San Gimignano

Vicino a Siena e Firenze ma lontano dalla calca dei turisti, San Gimignano è una piccola città medievale nota per la sua architettura caratteristica e le sue torri. Se vuoi trovare una vista sull’affascinante panorama della campagna Toscana, San Gimignano è il posto giusto. Con le sue 14 torri è possibile godere di fantastici scorci sul verde in cui lo sguardo si perde verso l’orizzonte. La città di San Gimignano sorge su una collina e, circondata da mura e torri medievali, è in grado di riportarti indietro nel tempo. Per una gita di un giorno alla scoperta di un angolo nascosto della Toscana, San Gimignano non potrà deluderti.

10. Torre Giunigi, Lucca

Lucca è un luogo molto caratteristico, noto per il suo centro storico e gli antichi edifici medievali. Uno di questi è davvero unico, stiamo parlando della Torre Giunigi. Costruita nel 1300, questa torre sembra a prima vista normale, ma guardando più da vicino si può notare un giardino pensile che sorge sulla sua cima. Sedersi e rilassarsi all’ombra dei suoi antichi lecci, godendosi la vista che offre la torre rendono questo un luogo speciale e caratteristico da segnare per il proprio viaggio.

 

Le 5 migliori esperienze da vivere in Toscana

Una vacanza in Toscana è un’esperienza da vivere a pieno, lasciandosi coinvolgere dal suo fascino.Ma cosa fare in questo fantastico viaggio in Toscana? Ecco la nostra lista delle 5 migliori esperienze da vivere in Toscana.

1. Wine tours nelle terre del Chianti

La Toscana è famosa in tutto il mondo per i suoi vini eccezionali, tra cui è impossibile non citare il Chianti.Ma Chianti è molto più di un vino, è una regione che ti dà l’opportunità di scoprire cantine e vigneti, dove poter assaporare la Toscana attraverso i suoi fantastici vini. Puoi trovare innumerevoli wine tours che ti permetteranno di viaggiare tra le migliori cantine imparando a conoscere e degustando i loro vini.

Degustazione vini in toscana

 

2. Una piccola gita

Durante le tue vacanze puoi lasciare la città e fare una breve gita di un giorno per esplorare nuovi angoli di Toscana. Allontanarsi dalla folla di turisti e raggiungere luoghi tranquilli e suggestivi è un ottimo modo per arricchire la tua esperienza. Una grande città come Firenze è una base eccellente da cui partire e in un paio d’ore raggiungere nuove destinazioni con treni o autobus. Tra questi consigliamo vivamente Lucca e San Gimignano, o un tour nella regione del Chianti.

 

3. Giro in Vespa per Firenze

Quale modo migliore per esplorare e scoprire Firenze se non con una Vespa? I tour in Vespa ti porteranno in giro per le colline attorno a Firenze, fermandosi nei posti migliori da cui godersi i panorami più scenografici e spesso finendo il viaggio verso una tipica trattoria dove gustare i sapori della Toscana.

 

4. Passeggiata mattutina nel centro storico di Firenze

La mattina è perfetta per fare una passeggiata per Firenze, quando le strade non sono troppo affollate e la temperatura è piacevole anche nei mesi estivi. Dopo un buon caffè in uno dei tanti bar del centro puoi camminare per Piazza della Signoria, una delle piazze più importanti di Firenze, di fronte a Palazzo Vecchio. Qui troverai una copia del famoso David di Michelangelo (l’originale si trova nel Museo Galleria dell’Accademia di Firenze). Le strade del centro storico, ricche di arte e scorci interessanti, e Ponte Vecchio con la vista sul fiume Arno sono solo alcuni dei luoghi dove passeggiare e godersi Firenze in tranquillità.

 

5. Scopri la cucina Toscana

La Toscana è famosa per il suo cibo e nel tuo viaggio non puoi perderti alcuni dei piatti più tipici e caratteristici della sua cucina. Dall’animo street food di un panino al lampredotto a una cremosa zuppa toscana avrai l’imbarazzo della scelta tra le classiche trattorie, i ristoranti moderni e le alternative più veloci e street ma non meno originali.

 

Dov’è la Toscana

La Toscana è una delle nostre 20 regioni, nella zona centro-settentrionale d’Italia.

Le regioni confinanti sono: Liguria, Emilia Romagna, Marche, Umbria e Lazio. A ovest la regione è bagnata dal Mar Tirreno che va formare le bellissime coste della Toscana.

cartina Toscana - Mappa

 

Come arrivare in Toscana

Puoi facilmente arrivare in Toscana con un volo aereo, infatti ci sono due aeroporti internazionali: l’Aeroporto Amerigo Vespucci di Firenze e l’Aeroporto Internazionale Galileo Galilei di Pisa. Entrambi gli aeroporti hanno collegamenti aerei con le principali città Italiane. Suggeriamo di arrivare a Pisa se si vuole fare un tour di tante città, mentre Firenze è più pratica se hai intenzione di fare una visita esclusiva e completa del capoluogo Toscano. Le principali città della Toscana sono facilmente raggiungibili anche con i treni. Ecco quante ore di treno separano le principali città Toscane con Roma e Milano:

Da Roma:

  • Firenze; 1 h 20 min
  • Pisa; 2h 30min
  • Siena; 3h 20min

 

Da Milano:

  • Firenze; 1 h 50 min
  • Siena; 3h 15min
  • Pisa; 3h 20min

 

Il periodo migliore per andare in Toscana

La Toscana ha un clima diversificato e dipende molto dalla zona in cui ci troviamo; il tempo cambia notevolmente tra costa, città e colline. Il periodo migliore dell’anno per la tua vacanza in Toscana dipenderà dai tuoi piani; se hai intenzione di visitare le grandi città d’arte e camminare tutto il giorno, scegli maggio, giugno o settembre. In questi mesi la temperatura è per lo più mite e non soffrirai il caldo riuscendo a camminare per strade e monumenti a qualsiasi ora. I mesi estivi come luglio e agosto sono molto caldi anche in Toscana, perfetti per farsi qualche giorno di mare ed esplorare la costa. In Toscana ci sono bellissime spiagge come Forte dei Marmi, l’Argentario, l’Isola d’Elba e molte altre.

 

La migliore sistemazione: Volognano

Castello di Volognano - vicino FirenzeCi troviamo in uno dei posti più magici del mondo, e un viaggio qui è un’esperienza che dovrebbe essere goduta al meglio. Ecco perché è importante avere la migliore sistemazione che ci sia per il tuo viaggio in Toscana. Il Castello di Volognano si trova vicino a Firenze, a soli 16 km dal centro storico. Un meraviglioso luogo da cui partire per esplorare la città in tutta la sua bellezza. Immerso tra le colline del Chianti, il Castello è lontano dalla folla dei turisti, dandoti tutto lo spazio e la tranquillità di cui hai bisogno, così la sera potrai rilassarti a bordo piscina con un buon bicchiere di vino. A proposito, a Volognano troverai un bellissimo vigneto e una cantina dove potrai gustare la qualità e la bontà di un vino nato da una tradizione di amore per la Toscana e per i suoi prodotti. Il Castello di Volognano è il luogo in cui vivere e gustare il tuo viaggio in Toscana, vicino alla città e lontano dalla folla scoprirai un posto di cui innamorarsi.

 

 

zuppa di cavolo nero

Il tuo soggiorno invernale a Volognano

Quando si parla di Firenze e dintorni di solito vengono in mente lunghe passeggiate primaverili o estive in cerca di occasioni di shopping nel capoluogo toscano, visite ai musei o lunghi pranzi nelle campagne del Chianti. Tutto vero, e tutto bellissimo. Ma trascurare la ricchezza che questo territorio ha da offrire durante la stagione fredda sarebbe un vero peccato.

Se hai in mente un fine settimana in pieno inverno lontano dai ritmi quotidiani, un’occasione per ristorarti con cibi caldi, meditare con un buon calice di rosso e – perché no – concederti il lusso di farti cucire un abito su misura godendo di una delle tradizioni sartoriali più affermate del Belpaese, un soggiorno a Volognano coccolati con l’aiuto dei nostri consigli è quello che fa per voi.

Il piatto. Una volta arrivati e accolti nel nostro castello il venerdì nel pomeriggio o in serata, potreste optare per una cena interamente preparata dal nostro personal chef. Le soluzioni più o meno tradizionali o più o meno rivisitate, con i sapori regionali portati al massimo livello, non mancano. Ci sentiamo però in questo caso di indicarvi un piatto vegetariano (ma certamente di sostanza): la zuppa di cavolo nero. Si tratta di un alimento, oltre che buonissimo, ricco di sostanze antiossidanti e anticancro, ottime per prevenire anche le patologie cardiache. Cucinata con fagioli secchi, sedano, carote, cipolle, patate, conserva di pomodoro e naturalmente olio extra vergine di oliva made in Volognano, questa ricetta dà il massimo se cucinata subito dopo le gelate invernali, quando la consistenza delle foglie del cavolo è ottimale.

zuppa di cavolo nero

Il vino. Tra i vini prodotti a Volognano il Noi – Chianti Colli Fiorentini DOCG con il suo rosso rubino, la sua intensità e persistenza morbida ed equilibrata è quello che vi suggeriamo di abbinare a questo tipo di ricetta. Servito intorno ai 18 gradi, è l’ideale anche per trattenersi per una lunga chiacchierata del dopo cena.

Le attività. Dopo un bel riposo in una delle nostre due suites, o magari in una stanza a scelta tra Donna Livia, Sole, Signora Anna o Vittoria, il sabato può essere il giorno buono per una bella escursione. A circa 30 minuti di auto da Volognano potrete trovare l’Abbazia di Vallombrosa, al tempo stesso un eremo e un monastero che impreziosisce una delle aree boschive più belle e rappresentative della Toscana. Nella sua pianta a croce latina potrete apprezzarne i richiami barocchi e vivere un momento di spiritualità, immersi nel silenzio delle campagne circostanti.

Abbazia di Vallombrosa

Il prodotto. Tornando verso Volognano l’idea di fermarsi per uno spuntino slow presso la Bottega a Rosano è da considerare certamente. Tra le tante specialità regionali che vi troverete, il clima rigido autorizza a osare una deliziosa soprassata toscana, completamente priva di conservanti.

Lo shopping. Dopo la natura e il raccoglimento, un sano pomeriggio di acquisti. E non è detto che “shopping” debba essere sinonimo di stress e confusione. Passare un po’ di tempo presso la boutique della Sartoria Rossi a Firenze per scegliere i capi e gli accessori che preferite, o optare direttamente per un abito su misura caratterizzato da uno stile che racchiude tutta l’esclusività della lunga tradizione dell’alta moda italiana è decisamente consigliabile. Un trionfo di ricercatezza e comfort.

Sartoria Rossi Firenze

Il food. Infine, la cena del sabato sera. All’Osteria Tripperia Il Magazzino di Luca Cai, in Piazza della Passera, l’opzione vegetariana del venerdì sarà un lontano ricordo. Insieme ai tanti piatti tipici toscani tra cui potrete scegliere, il menù riserva infatti un tesoro che negli ultimi anni è stato riscoperto e riproposto prepotentemente dalla cucina italiana, anche rivisitata: il lampredotto. Un sapore forte e deciso, ottimo per il periodo invernale, a cui – nel caso vogliate optare per una soluzione più soft – potrete preferire l’ottima trippa alla fiorentina, anch’essa cucinata in modo superbo.

La domenica è il giorno dei saluti. Prima di ripartire per tornare al vostro quotidiano, però, a Volognano vi aspetta, magari dopo una breve passeggiata nel freddo pungente delle campagne limitrofe, un ricco pranzo domenicale al Castello, con tanto di dessert accompagnato da un sorso di Aetius, il nostro vino dolce ottimo da degustare anche con formaggi erborinati. Ma di questo parleremo meglio alle prossime occasioni…


Il tuo soggiorno invernale a Volognano

Periodo dell’anno: Week-end in inverno (verifica le nostre disponibilità)

Ricetta da non perdere: Zuppa di cavolo nero cucinata dal personal chef di Volognano

Vino in abbinamento: Noi – Chianti Colli Fiorentini DOCG

Prodotto locale consigliato: Soprassata toscana della Bottega a Rosano

Negozi e shop a Firenze e dintorni: Sartoria Rossi, via Porta Rossa, 33/red, 50123 Firenze

Paesaggi e itinerari in zona Volognano: un itinerario naturalistico tra i 14 disponibili nella zona dell’Eremo di Vallombrosa

Locali e food: Osteria Tripperia Il Magazzino di Luca Cai

Chiave di Vino Firenze 21 settembre

Venerdì 21 a Firenze “Storie di donne in chiave di vino” con Camilla Carrega

Venerdì 21 alle 21.00, presso il negozio-museo Officina Profumo Farmaceutica di Santa Maria Novella a Firenze, Volognano sarà presente alla rassegna Storie di Donne in Chiave di Vino – I nuovi volti del vino moderno. Una serata caratterizzata da un talk moderato dalla nostra COO Camilla Carrega e un particolare eno-concerto.

Prosegue, attraverso eventi organizzati direttamente o la partecipazione a manifestazioni già strutturate, la vivace attività di Volognano nel territorio toscano, e più in generale nel panorama enogastronomico e culturale italiano. Dopo il successo delle serate degli scorsi 9 e 15 settembre nell’ambito del festival Suoni e Colori in Toscana, venerdì prossimo la nostra Property Owner & Chief Operating Officer Camilla Carrega sarà presente all’Officina Profumo Farmaceutica di Santa Maria Novella per moderare un talk in cui si parlerà della grande tradizione che lega il vino alle donne.

La manifestazione, organizzata nell’ambito del calendario OFF del Festival L’eredità delle donne, e ripresa anche in questo articolo del Corriere del vino, è incentrata sul racconto da parte di alcune imprenditrici, produttrici, operatrici del food e artiste in diversi campi, del loro rapporto con il mondo del vino e del ritrovato protagonismo femminile all’interno del tessuto produttivo e culturale in riferimento a questo appassionante ambito.

Il mood dell’incontro però non sarà sicuramente autocelebrativo, e anzi guarderà al presente e un futuro prossimo fatto di intuizioni e innovazioni tese a dare al vino il volto di un moderno strumento di comunicazione in chiave femminile.

“L’enologia – dichiara Camilla Carrega – è femmina. Il numero di enologhe, agronome, produttrici, enotecarie, sommelier, ristoratrici e giornaliste cresce costantemente. Con le donne in campo c’è energia, sperimentazione, e tanta voglia di vincere. È cambiata la geografia bucolica e tradizionalista della produzione del nostro bel paese proiettandosi verso strategie globali innovative e sempre più competitive. I luoghi comuni e gli stereotipi facili che da sempre hanno legato la donna al mondo del vino sono ormai lontani dalla realtà. Dalla produzione alla degustazione fino alla narrazione del prezioso nettare di Bacco la partita oggi si gioca al femminile”.

A intervenire saranno: Angela Fronti (Azienda Istine), Serena Coccia (Podere Castellinuzza), Benedetta Vitali (chef, ristoratrice ed educatrice), Elisabetta Rogai (pittrice), Simonetta Doni (designer); Lisa De Leonardis (giornalista) e Annalivia Walker (musicista).

Subito dopo gli speech ci sarà inoltre un “eno-concerto” Chiave di Vino – un originale format di eventi dedicati alla divulgazione della cultura del territorio toscano attraverso vino e musica – con l’ascolto-degustazione di 4 vini proposti dal Consorzio Chianti Colli Fiorentini, sponsor dell’evento. I 4 vini saranno raccontati con le note musicali di brani di Mascagni, Puccini, Machado e Piazzolla, la cui esecuzione sarà affidata all’esperienza e alla passione di due giovani donne, E. Todaro (flauto) e Annalivia Walker (arpa). Seguirà infine, a chiusura della serata, la degustazione.

“Il mondo del vino va declinato sempre più al femminile e il Consorzio Chianti Colli Fiorentini è orgoglioso di partecipare a questo evento” sono le parole di Marco Ferretti, Presidente del Consorzio “Oltre il 26% delle 73.700 imprese Italiane del vino è guidato da donne. C’è una maniera tutta al femminile di gestire le aziende e produrre vini, a farne la differenza è la componente emozionale della produzione e della promozione che non si può considerare una semplificazione di moda ma una verità che ha conquistato i territori italiani e che sta invadendo lo scenario internazionale. Sostenere questo evento rispecchia anche le caratteristiche intrinseche dei nostri prodotti, vini morbidi e seducenti, che hanno la capacità di coinvolgere e di emozionare. Tale seduzione può essere certamente arricchita dalla sensibilità artistica e intellettuale della donna”

L’evento, gratuito, avrà luogo nei prestigiosi ambienti di Officina di Santa Maria Novella, la più antica spezieria d’Europa – che già nel Seicento aveva raggiunto Russia, India e Cina, anche grazie a “testimonial” d’eccezione come la regina Caterina de’ Medici. Uno scenario che da solo è sinonimo di storia e cultura, di ingegno e creatività, di tradizione e innovazione.

Per informazioni e prenotazioni:
Susanna Parretti 333 8998569
susanna.parretti@gmail.com

Volognano • Camilla Carrega

Buon sangue non mente: tre generazioni per un territorio da vivere, assaggiare e dal quale imparare

Camilla Carrega Bertolini – Un sorriso sovrasta gli occhi verdi che parlano, con particolare devozione, di una tradizione di famiglia. Una tradizione che lei, seppur giovanissima, ha sposato e fatta sua prendendo in mano le redini dell’azienda dopo un decennio di esperienze professionali in Italia e all’estero sempre nel settore enogastronomico.

Fu il nonno, Ezio Pecchioli, che avviò con il sostegno di Giacomo Tachis, il principe degli enologi, la produzione di vino e la coltivazione di vitigni. Dopo aver acquistato il Castello di Volognano, ultima porta di Firenze prima dell’ingesso in Valdarno, il nonno avvia con decisa propulsione la produzione di vino. Una passione tramandata alla figlia, Patrizia Pecchioli e coltivata anche dal consorte, Alberto Carrega. E la stessa passione e volontà arriva a Camilla che oggi nella sua maison studia, ammira ed esalta un tesoro di queste terre.

La sua filosofia: “il vino e l’esperienza del suo territorio sono il mio passato, il mio presente e il mio futuro”.

Giovanissima, ma già all’avanguardia nel settore, Camilla è un raro esempio di viticoltore coinvolto in tutte le fasi della vinificazione – impianto, raccolta, miscelazione, etichettatura, marketing: un impegno senza compromessi sulla qualità e l’unicità della sua azienda “esperienziale” come la definisce lei stessa.

Laureata all’Università degli Studi di Firenze con una laurea in Viticoltura e Enologia e un Master in Enologia, è docente di food and beverage marketing presso diverse università ed enti formativi in Italia. È stata Preside del Wine Department e Coordinatore Accademico degli Studi Enogastronomici di ApiciusInternational School of Hospitality di Firenze dove ha promosso negli Stati Uniti lo stile di vita italiano attraverso cibo e vino, collaborando con la fondazione James Beard a NY e diverse università americane.

Camilla è stata il coordinatore dei programmi accademici di Gambero Rosso, nella sede di Roma, leader indiscusso del mondo per quanto riguarda il cosiddetto “Saper vivere Italiano”, il cibo, il vino e lo stile di vita italiani. Gambero Rosso è la Società Multimediale numero uno in Italia, sempre all’avanguardia nella scoperta e nel lancio di nuove tendenze e fortemente coinvolta nella promozione e nel supporto dei migliori prodotti “Made in Italy”. Per più di 30 anni Gambero Rosso ha contribuito alla realizzazione della migliore cucina italiana e dei vini, unendo la tradizione e la novità all’autenticità delle materie prime e all’innovazione produttiva.

È anche mentor per Startupbootcamp FoodTech, l’acceleratore principale di startups che innovano l’industria alimentare, dove lavora come guida per tutto ciò che riguarda la gestione del cibo e del vino, i modelli di business e l’istruzione internazionale.

Oggi è Volognano l’obiettivo di Camilla.
Un luogo da condividere, un territorio da degustare, con delle persone da cui imparare. Volognano come aggregatore culturale, un dovere sociale ed etico nei confronti di questa bella Italia che tutto il mondo non vede l’ora di vivere, assaggiare e conoscere!

Volognano • storia

Documenti storici su Volognano

Alcuni testi tratti dal Dizionario geografico fisico storico della Toscana contenente la descrizione di tutti i luoghi del granducato di Lucca Garfagnana e Lunigiana, compilato da Emanuele Repetti – socio ordinario dell’i. e r. Accademia dei Georgofili e di varie altre – Volume quinto – Firenze, presso l’autore ed editore coi tipi di Giovanni Mazzoni, 1843

  • Da questo castelletto prese il casato il nobile giureconsulto Lapo da Castiglionchio dei signori da Quona e da Volognano, l’amico del Petrarca, il compagno di Cino da Pistoja fra i dottori dello studio fiorentino, l’ambasciatore, il savio e il consultore della Repubblica fiorentina, l’avvocato concistoriale della corte di Roma, dove morì appena fatto senatore.
    Sebbene secolare, Lapo per molto tempo ebbe il titolo di pievano di S. Lorenzo a Miransù; della quale chiesa si mantengono patroni i Ricasoli Zanchini di Firenze, eredi della famiglia da Castiglionchio. Avvegnachè per asserto dello stesso Mess. Lapo i suoi avi acquistarono nel 1204 il castello di che si tratta dai nobili da Ricasoli, dando loro in permuta due tenute che i signori da Quona possedevano a Faella nel Val d’Arno superiore.
    La rabbia ghibellina però dopo la battaglia di Montaperto trovò anche questo castelluccio, sebbene nascosto fra i monti e lungi da strade maestre, per atterrare la torre e palazzo con molte case ai signori di Castiglionchio. (P. ILDEFONSO, Delizie degli Eruditi T. VII)
  • VOLOGNANO nel Val d’Arno fiorentino. – Casale già Castello con chiesa parrocchiale (S. Michele) nel piviere di Miransù, Comunità e circa 4 miglia toscane a settentrione di Rignano, Giurisdizione del Pontassieve, Diocesi di Fiesole, Compartimento di Firenze. Risiede sulla sommità di un poggio omonimo posto alla sinistra ed a cavaliere dell’ Arno, quasi dirimpetto la confluenza in esso della Sieve.
    Il castello con la chiesa di Volognano appartenne ad un ramo de’ signori che si dissero da Cuona e Volognano, staccato in tempi antichi da quello de’ signori di Castellonchio e Miransù.
    L’Arch. Dipl. Fior. possiede fra le membrane della Badia di Vallombrosa le notizie più antiche relative al Castello e chiesa di S. Michele a Volognano, e dei loro signori, derivali da quelli da Cuona, o Quona.
    Avvegnaché senza rammentare le carte del maggio 1139, giugno 1142 e luglio 1148 citate altrove, mi limiterò a quella di un istrumento rogato lì 17 luglio 1214, in cui si tratta di beni spettanti alla chiesaparrocchiale di S.Michele a Volognano. Inoltre all’ Articolo QUONA citai una membrana della provenienza medesima scritta in Vo lognano lì 6 giugno 1226, nella quale è fatta menzione di mess. Ruggero di Alberto da Quona che diede il suo nome in Firenze a una delle porte del secondo cerchio di questa città. Il quale Ruggero di Alberto da Quona fu costantemente seguace della parte Guelfa, mentre il di lui fratello Filippo di Alberto da Quona seguitò il partito contrario. Imperocché cotesto Filippo di Alberto da Quona e Volognano per asserto di Gio. Villani nel giugno del 1267, essendo stata di corto cacciata la parte ghibellina di Firenze, fu fatto loro capitano, allorquando con i migliori ghibellini della città, e loro masnade pose il suo quartiere al castello di S. Ellero, e di là con quelle genti cominciò a far guerra a Firenze. Per la qual cosa i Fiorentini guelfi vi andarono a oste con tutta la cavalleria de’Francesi comandata dal mani scalco del re Carlo d’Angiò, e per battaglia ebbero il dello Castello di S. Ellero, dove si erano rinchiusi non meno di 800 ghibellini: fra i quali molti degli Uberti, de’ Fifanti, degli Scolari e di quelli da Volognano e allora perderono anche i ghibellini le rocche di Campi e di Gressa sotto Bibbiena. In tale occasione Geri da, Volognano con altri suoi consorti (forse anche col capitano Filippo) furono presi e messi nella Torre del Palagio (del Fisco) di Firenze, p però quella prigione fu chiamata dipoi la Volognana. – (GIO. VILLANI, Cronic. Lib. VII cap. 19. – AMMIR Stor. Fior. Lib. II.) Gli stessi autori rammentando l’incendio malizioso dato nel giugno del 1304 ad una parte di Firenze, aggiungono, qualmente la città fu messa in gran scompiglio, e cominciossi la battaglia fra i guelfi e ghibellini; e come venivano in soccorso di questi ultimi quei da Volognano con i loro amici e con più di mille fanti, e già erano giunti in Bisarno (in Pian di Ripoli di faccia al Guarlone) quando s’intese l’incendio che arse tutto il torlo della città; il quale dolo roso accidente tolse ai ghibellini con gli averi di borsa la vittoria di roano. –
    (G. VILLANI, Cronic. Lib. VIII. Cap. 71. – AMMIR. Stor. Fior. Lib. IV.)
  • Dopo tali tentativi vinti dalla parte guelfa di Firenze il Castello di Volognano fu preso e disfatto dai Fiorentini ed i beni dei fuorusciti e ribelli assegnali agli uffiziali di Torre, che li alienarono a i terzi. Attualmente nel luogo del castel di Volognano esiste una grandiosa villa signorile di casa Mozzi di Firenze nominata il Belvedere. La chiesa parrocchiale di S. Michele a Volognano di libera collazione del suo vescovo, nel 1833 contava 484 abitanti.
  • …Nel 1186 i signori da Quona e Volognano erano patroni della chiesa di S.Margherita a Tosina, poichè in detto anno la rilasciarono con i suoi beni al priore del S. Eremo di Camaldoli.
  • Finalmente 4 anni dopo (2 gennajo 1282) in vigore di un compromesso fatto in Firenze fra i sindaci degli Eremiti di Camaldoli da una parte ed i figli del fu Filippo da Quona e Volognano dall’altra parte fu stabilito dagli arbitri, che nei casi di elezione il rettore di Tosina si dovesse nominare dal priore di Camaldoli col consenso e approvazione de’patroni. – (ARCH. DIPL. FIOR. Carte del Monastero di S. Michele in Borgo di Piusa).